Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘blog’

In questi giorni ho pensato molto e ho deciso.

Non so come dirlo senza risultare polemica.
Forse non dovrei scrivere niente e lasciare questo spazio vuoto, perchè tanto cosa importa?

Ho dedicato troppo tempo ad un qualcosa che non mi porterà da nessuna parte.
E che non mi darà da mangiare, come dice mio padre.

Non ho più tempo da regalare a nessuno, perchè non ho più tempo per me.
Devo trovare un nuovo lavoro al più presto: mi segano prima del tempo.
Manca money
Addio Roma.

La mia “tarda” età non aiuta, vogliono tutti carne fresca da sfruttare… Io sono scaduta ormai.

Non importa, non ho più nessun tipo di aspirazione.
Ora come ora voglio solo un lavoro qualsiasi=retribuito, oggi purtroppo bisogna specificare.
Non posso tornare ad essere un peso per la mia famiglia. Fanno già tanto per me.

Indi per cui fino a quel momento, questo blog non avrà ragione di esistere.

Stavo pensando di inserire una Pagina con il mio Curriculum Vitae, a sostituzione del vecchio About.
Penserò su anche a questo.

Nel frattempo vi saluto, ringraziandovi per tutto e… se avete bisogno di una Baby-Sitter molto Speciale, un pò Mary Poppins style, fatemi un fischio. Sono fantastica con i bambini. 🙂

Annunci

Read Full Post »

Lo vedete dall’Header del blog no?

Sono in Garage… Dio quanto mi piace il profumo della Benzina.
La Moto ha bisogno di una revisione. Cambio dell’olio, frizione, liquido refrigerante, verniciatura del telaio, pneumatici

Insomma, ce n’ho da fare.
E se ve lo state chiedendo sì, metto a posto tutto da me! Meglio di Megan Fox in Transformers
A proposito ma che cos’è quella bambola gonfiabile di Rosie Huntington? Barbie Malibù non può competere con Wonder Woman.

Sarà un segno del destino che ieri l’Endeavour ha dovuto rimandare il suo ultimo lancio – forse a domani 1 Maggio – per problemi agli alimentatori supplementari dello shuttle.

Ho bisogno di riposo anche io, prima di riprendere il viaggio.

In realtà sto pensando di prendermi anche qualche giorno dal blog.
Hey, non guardatemi così
Torno presto. Lo faccio sempre quando voglio bene. Promesso.

Ho diverse questioni da sistemare settimana prossima.
Una in particolare, me la sono trascinata per quasi 3 anni ed è arrivato il momento di farla finita.
O perlomeno cominciare a finirla. 😛

A Luglio scadrà il mio contratto di lavoro precario.
Ci sto pensando eh sì.
Potrebbero riprendermi a Settembre ma non è sicuro.
Comunque vada resterò due mesi senza il becco di un quattrino.

Vorrei farmi un giretto in quel di Roma, stiamo a vedere.
La Capitale non mi ha mai deluso.
Una montagna di ricordi pazzeschi, anche dolorosi ma non si può avere tutto dalla vita no?
I Seni della Lupa mi hanno sempre accolto e coccolato, mi sono sempre sentita a Casa Mia.
Chissà chissà

Oggi sono felice perché piove ma io brucio così tanto che potrei fondere il motore.

Read Full Post »

Oggi sono felice perché n. 12, 13 e 14 – Bellissima

Mmmm cosa manca?

Lo so…

Di tutte le cose che potrei scrivere oggi, ho deciso di fare la vanitosa.
Ma credetemi, non lo sono mai stata.

La verità è che ho iniziato a scrivere la serie di Post sul Dolore – che prima o poi vorrei continuare – quando ho letto di una ragazzina suicida in una scuola romana.

Ho pensato subito a quante volte mi sono sentita così… alle pressioni, a cui sin da piccine siamo sottoposte grazie alla Società in cui viviamo e come allo stesso tempo siamo noi a partorirla. Perchè mettiamo al mondo gli Uomini e li educhiamo. O sbaglio?

Ci sono diversi episodi nella mia infanzia, adolescenza e poi in età adulta che non me la sento di ripercorrere su questo blog. In parte ne ho già scritto e forse è stato uno dei post più difficili e rabbiosi che abbia mai pubblicato. Ma anche io come tante sono sempre stata troppo magra, troppo piatta, goffa, timida, troppo intelligente, un maschiaccio, ho sempre avuto un naso troppo lungo, i capelli troppo poco fluenti, i vestiti poco firmati, il trucco troppo poco perfetto, ecc. ecc.

Sempre vittima di confronti e di giochi al massacro condotti niente meno che da donne.

Ero certa di non poter competere ma poi Mea Massima Culpa mi innamoravo e… dovevo sapere!
Non indovinerete mai quanti 2 di Picche o Sei-una-persona-meravigliosa-spettacolare-anima-stupenda-ma-Non-da-te-sei-solo-un’amicagrazie-arrivederci mi sono presa! 😛

Io, la classica tipa che scrive lettere e poesie d’amore, prepara dolcetti, che dedica e canta – mio dio – canzoni, che lasciava regali misteriosi sotto il banco, che è capace di stare le ore ad osservare il viso e i gesti del suo Amore, e via così andare.

Insomma un mostriciattolo schifosamente romantico. 😀

Non ho mai e poi mai pensato di essere Bellissima.
Sono cresciuta con un padre che dipinge, ho casa piena di quadri con nudi femminili e libri d’arte, perciò ho un senso estetico  sviluppatissimo 😛 e mi incanto quando vedo passare una donna particolarmente bella o femminile.

Perciò il quadro del mio viso riflesso allo specchio era sinonimo di Orribile.

Non mi sono mai sentita Femminile, Sexy, Desiderabile

Ma oggi è diverso perché è la Clessidra a farmi sentire così.

E lo so, lo so che non dovrebbe essere qualcun altro a dirlo, che dovrei essere io la prima ad amarmi.
Ma è un problema psicologico che conosco benissimo, dalle ragioni fino alla cura.
Il fatto è che io mi sono sempre amata tanto mentalmente. Il problema era solo e sempre l’involucro.

E’ strano ma è come se mi scoprissi per la prima volta.
Come se riuscissi a vedere la Diana che non avevo mai visto prima. Perchè qualcosa o qualcuno mi bloccava la visuale!

Oggi essere me stessa è diventato sexy soprattutto perchè sono i miei piccoli gesti incosapevoli ad affascinare e provocare il mio Uomo. Non ho bisogno di costruzioni, finzioni, chili di trucco o tacchi a spillo.

Per 32 anni ho cercato di evitare foto di qualsiasi tipo, oggi invece ho la malattia dell’autoscatto. 😀

Non faccio altro che guardarmi per provare a farlo con i Suoi occhi. Per conoscere quel lato Femminile che Lui mi racconta.

Quando scrolla il capo e mi dice “Non puoi farmi questo”, osservando uno degli scatti in cui Io mi vedo Buffissima, il mondo si ribalta e a quel punto mi diverte da morire sperimentare, per metterlo in “difficoltà”. 😀

Sono Bellissima nelle Sue mani, nei Suoi occhi, sulle Sue labbra... e non me ne frega niente degli altri.
Possono andare tutti a farsi friggere!


Read Full Post »

Oggi sono felice perché n. 9 – La sorpresina dell’ovetto di merda

Oggi ho ricevuto un ovetto simbolico.
Un ovetto di merda con una bella sorpresina dentro.


Non ho avuto nemmeno la forza di incazzarmi.
Avessi avuto una spranga sotto mano mi ci sarei spappolata il cervello


Vendo lacrime, qualcuno ne vuole?
Sono di ottima qualità: un concentrato di pura e stillata disperazione.


Ad un sacco di gente la Signora Vita deve necessariamente rendere le cose difficili, vero?
Si diverte a provocare, farci sentire a tutti costi dei rifiuti ambulanti, sorride a vederci chinare il capo, soccombere di fronte a tutte queste belle sorpresone profumate che ci caga sulla testa. Non è così?


Mi chiedono se sono credente
Miiiiiiiinc**a, cosa dovrei rispondere?

La verità è che non lo so.


Credo che ci sia un’Energia, che mi protegge.
Quella della mia famiglia, l’Energia dei Valori che mi sono stati trasmessi e in cui credo, l’affetto di chi mi vuole bene qui, adesso, ma anche quello di chi è lontano, nonostante non ci siamo mai abbracciati dal vivo… l’Energia che si esprime attraverso di me, io gli do forma, voce, colore, profumo. Quella per cui senza non esisterei, non sarei più io, peggio di uno zombie… L’Energia è Storia e Conoscenza. Una forza in continuo movimento e mutamento. Questa Energia qui non si compra, non è in vendita e non è tassabile. In natura è pulitissima, poi dipende dall’uso che ogni uomo ne fa. L’Energia non è precaria. Lei c’è sempre e se non la vedi o non la senti, beh mi dispiace tanto ma allora non la sai ascoltare. E’ Bellissima. Così vicina e così lontana. E’ dentro, è fuori e avvolge tutto. L’Energia assorbe e rilascia. E’ una ruota che può mandarti indietro il male e il bene che hai fatto.


Problema: quando scrivo il Secret Project mi vengono i termini in inglese cazzarola.
Causa: negli ultimi tre anni ho fatto incetta di libri in lingua originale (costano meno o sono introvabili in Italia)
Soluzione: sono due giorni che cerco un Dizionario di Italiano “portabile” con i controcogl***i.
Oggi l’ho trovato, è della RusconiLibri. Ho preso anche quello dei Sinonimi & Contrari. Ottimo prezzo.
Come faccio a sapere che è un Signore?
Semplice.
Non dipende mica dal numero di voci, Dvd interattivi, tavole a colori, disegnini, segnalibro, prezzo, carta o anno di pubblicazione.
Bullshit
Dipende se contiene e dà la definizione corretta del termine.
Altrimenti è solo un bel vestitino che se domani lo lavi restringe e non lo puoi più mettere!


Il termine che ho cercato io per fare la verifica è Mp3.
Altri Dizionari ne davano una definzione imprecisa e alcuni non lo includevano nemmeno in elenco.
Dizionari aggiornati al 2011.
E qui mi fermo.


Ho deciso: da domani, ad ogni mio post, includerò anche un termine della nostra lingua, così a caso.
Io non voglio solo fare le scarpe a Cassandra Clare naaaa, troppo poco!
Io la devo sotterrare. 😛


Oggi sono felice perché… sono amata.



Read Full Post »

Owner Of A Lonely Heart – Oggi sono felice perché… n.3

Sapete, oggi ho avuto una piccola crisi.


La reazione del giorno dopo City Of Fallen Angel di Cassandra Clare è stata:

1) Lei è troppo brava, io sono una schiappa


2) Lei ha una storia che gira benissimo, io sto ancora a cesellare gli ingranaggi


3) Lei ha scritto 9 libri, io non riesco a scriverne uno


4) Lei va a tremila all’ora, io viaggio a passo di lumaca


5) Lei ha la tecnica, io sono autodidatta


6) Lei ha “gli spingitori di cavalieri”, io mi devo spigne da sola anzi c’ho pure il vento contro 😦


7) ecc., ecc., ecc. Ma dove voglio andare?



Insomma, le classiche giornate di merda, in cui hai l’autostima sei piedi sotto terra.

Ma questa mattina, mentre lavoravo, ho trovato un vecchio video degli Yes, un gruppo degli anni ’80 e nello specifico proprio questo brano, intitolato Owner Of A Lonely Heart. Un pezzo che ho sempre adorato.

Così dopo pranzo me lo sono messo a loop nelle cuffie, ho obbligato il corpo a sedersi davanti alla scrivania, aprire il quaderno, prendere la penna e tornare a scrivere il mio Secret Project, da dove lo avevo lasciato. Beh alla fine, rileggendo l’ultimo “capitolo” ho praticamente deciso di riscriverlo tutto da capo. Quasi ininterrottamente dalle 15:00 alle 19:30.

Ora ho la testa che mi scoppia, le orecchie che ronzano, il collo e il polso a pezzi ma… sono tanto FELICE. 😀

Read Full Post »

 

Cercate di capirmi… questo è l’unico modo che ho per sfogare tutte le lacrime di Rabbia che ho in corpo in questo momento.

Per chi si fosse perso un dettaglio importante, invito a leggere le 4 righe che ho scritto qui.

 

Queste maledizioni sono estratte dalla traduzione italiana dell’opera teatrale Riccardo III scritta da William Shakespeare. La mia passata esperienza libresca con questo soggetto letterario è qui.

Io non ho fatto altro che cambiare il genere sessuale al quale erano rivolte: maschile per l’opera originale e femminile per il mio sfogo.

 

Vi chiedo un aiuto… siccome queste maledizioni non mi bastano, avete per caso da consigliarmi qualche altro libro dove possa trovarne di fresche? 😉 Ve ne sarei immensamente grata.

 


Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: