Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘sorriso’

Per scaricare il file e ascoltarlo quando volete cliccate qui.

P.S. Oggi scoprirò se ho ancora un lavoro oppure se me ne devo rimettere a cercare un altro per la quattromiliardesima volta yeahhhh! 😀


Read Full Post »

currently listening to…

 

Hey!

Ma la smettete di entrarmi nei sogni?
eccheccacchio




mphrfff
ehehehehheh 😀

 

Scherzo.

 

Mi mancate anche voi.

 

 

Read Full Post »

 

Ieri notte

quando ragnatele di ansie tristi e soffocanti

il mio Sonno scheggiato

Morfeo vinto

da umida angoscia strisciante

 

Ho pensato a te.

 

 

Bellezza di occhi sinceri

il modo di guardarci dentro

senza dire niente.

 

 

Ho sentito.

 

Le tue mani

Adoro

suonare leggere la mia pelle nuda.

 

 

Le tue

tenere, intorno al mio viso

quasi piango di Gioia

 


Sei Tu

il modo in cui mi vuoi

ritmo

i nostri passi sull’asfalto

sussurri il mio nome

espressioni buffe

 

e ho Sorriso

sì.

 

 

La strada del tuo odore

Io Amo

oziare nell’incavo del nostro collo

brividini

i tuoi Baci.

 

 

Non è mai stato così

lo so

Non mi sono mai sentita così

a posto

con me stessa.

 

 

Come se potessi lasciare fuori

semplicemente

quelle cose orribili

che mangiano da dentro

 

 

Posso chiudere il cancello alle spalle

percorrere il vialetto alberato

il Nostro Sogno

perdere le dita nel pelo soffice e striato

Abercrombie, il suo nome

infilare le chiavi nella toppa e

aprire la Porta di Casa

 

 

Ieri notte ho trovato l’antidoto

Ho pensato a te.

 

La Mia Clessidra

la Sabbia calda e setosa

l’unica a cullarmi e darmi conforto.

 

 

Ora provo a rifarlo

Voglio

addormentarmi nel pensiero di Te.

 

Read Full Post »

by browse.deviantart.com

Non devo aver paura.
La paura uccide la mente.
La paura è la piccola morte che porta con sè l’annullamento totale.
Guarderò in faccia la mia paura, permetterò che mi calpesti e mi attraversi.
E quando sarà passata, aprirò il mio occhio interiore e ne scruterò il percorso.
Là dove andrà la paura non ci sarà più nulla.
Soltanto io ci sarò.

Frank Herbert


Ve ne avevo già accennato, ricordate?


Ho persino un quadernetto dedicato solo alle citazioni di Dune… sapevo che mi sarebbero potute tornare utili nei momenti di bisogno.


(altro…)

Read Full Post »

Currently inspired by…


La notte brucia nella City, consuma i tuoi occhi un fotogramma dopo l’altro.
Senti che potrebbe accadere se solo tu volessi… se solo cercassi di farlo accadere davvero.
Oro liquido giù per la gola arsa da troppe siga, parolame rotola in qualche bicchiere sporco e ormai vuoto.
Le strade sembrano tutte uguali viste da lì.


Dove sei?
Blu

Sono qui
Giallo

Non ti vedo
Verde

Eccomi
Rosso


Ti guardi intorno ed è un approssimarsi di visi sconosciuti che sembrano spogliarti con gli occhi, ansiosi di offrirti qualcos’altro da bere. Riconosceresti quell’odore di tempesta ad un miglio di distanza, perciò marci subito lontano dal bancone.
In pochi secondi sei persa nell’elettrico infiammato della dance hall.
Sei sicura che di posti come quelli ce ne sono tanti ma Via Padova resta sempre unica.


Sei brava a lasciarti andare sul beat, il basso ti entra in pancia dalla casse e attraversa la nebbia marcia che hai in testa.
Vorresti sfondarla, che sia maledetta

Qualcuno, sulla destra, ti ha buttato gli occhi addosso ma questa volta andrà via a bocca asciutta.
E’ qui per rimorchiare? Sei l’ultima persona del locale.


C’è un’onda sensuale di corpi sudati che si muove all’unisono.
Una ricerca di mani che sfiorano visi che sciolgono ricci che cingono in vita che cedono a labbra e stringono stringono stringono

Sorride Lei, sorride Lui, allacciati al centro della pista.


Il Dj incita al micro e accenna versi alla Sean Paul, così le mani vanno su, su, a toccare il soffitto flashato dalle psichedeliche.
E’ una dimensione ritmica quella che vince il disagio, lo attenua nello spazio tempo di un pezzo sui piatti.
Non lo puoi nascondere dietro un sorriso ma per una notte sei tua, solo Tua e di nessun altro.


Bum-cha, bum-cha

Read Full Post »

Currently listening to…

C’è poco da dire…
Fate conto che oggi sono la Monna Lisa.


Ho quel sorriso-non-sorriso che mi urge ma sento un misto di confusione dolciastra nel cuore.


La burrasca
è passata ma ci sono ancora banchi di nuvoloni grigi all’orizzonte, lampi violetti che screziano il cielo.
E nonostante tutto la mia Nave c’è. E’ integra.
Sia ringraziato il Cielo

Le vele
sono tornate a tremare vibranti sulle correnti salmastre e in piedi sul bolzone posso di nuovo respirare, cullata dai battiti del Mio Profondo Blu.


Questo oceano non è mai calmo
, lo so per certo ma oggi posso affrontarlo ad occhi chiusi.
Raggi di Sole tracciano giochi sul mio viso


Infondo, quello che cerco pulsa nei flutti più vasti e agitati di questo monumentale acquario.


Read Full Post »



Il mio Direttore Responsabile diceva sempre – e parlo di ex Direttore ma per me lui sarà sempre il Numero Uno – che non si inizia mai un pezzo con una negazione.

Ma veramente io… non so cosa mio è successo negli ultimi tempi: ho un carico di Bene esagerato da dare!


Sì, ho bisogno e mi piace volerne. O meglio, di recente ancora di più. 🙂

(altro…)

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: